Sintomi di avvelenamento radioattivo: come riconoscerli?

Home Forum INQUINAMENTO RADIOATTIVO Sintomi di avvelenamento radioattivo: come riconoscerli?

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Inquinamento Italia Inquinamento Italia 2 anni, 2 mesi fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #2740

    Simone

    Sintomi di avvelenamento radioattivo: come riconoscerli

    #2742
    Inquinamento Italia
    Inquinamento Italia
    Amministratore del forum

    La cosiddetta “sindrome da radiazioni” dovuta all’esposizione a materiale radioattivo può essere acuta, ovvero si verifica subito dopo l’esposizione, o cronica, dove i sintomi compaiono nel tempo o dopo un po’ di tempo, probabilmente anni dopo. I segni e i sintomi di avvelenamento da radiazioni acuto sono: vomito, diarrea e nausea; perdita di appetito; malessere o inappetenza; mal di testa; battito cardiaco accelerato. I sintomi dipendono dalla dose e dal fatto che si tratti di una dose singola o ripetuta. Una dose di soli 30 rad può portare a: perdita di globuli bianchi, nausea e vomito, mal di testa. Una dose di 300 rad può causare: perdita di capelli temporanea, danno alle cellule nervose, danno alle cellule che rivestono il tratto digestivo. Il rischio di malattia dipende dunque dalla dose e dall’area del corpo esposta. Se tutto il corpo è esposto a, diciamo, 1.000 rad nel giro di poco tempo, ciò potrebbe essere fatale. Tuttavia, dosi molto più elevate possono essere applicate a una piccola area del corpo con meno rischi. Dopo una dose lieve, la persona può manifestare sintomi solo per poche ore o giorni. Tuttavia, una dose ripetuta o anche una singola dose relativamente bassa che produce pochi o nessun sintomo visibile poco dopo l’esposizione può causare problemi in seguito.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.