Come scegliere un misuratore di CO2

Troppa o poca aria fresca in un edificio può essere un problema. Occorre trovare il perfetto equilibrio tra i soldi spesi per la ventilazione, rispetto alla salute e ai livelli di produttività influenzati dalla cattiva qualità dell’aria, che aiuta anche la diffusione dei virus. Gli studi dimostrano che trascorriamo oltre il 90% del nostro tempo in ambienti chiusi. Gli edifici sono diventati i biotopi in cui trascorriamo la maggior parte del nostro tempo: viviamo la maggior parte della nostra vita in ambienti chiusi. Quindi, una buona ventilazione è diventata una necessità. La sovraventilazione comporta un consumo energetico e costi più elevati del necessario, ma una ventilazione inadeguata porta a una cattiva qualità dell’aria che può causare disagio agli occupanti e problemi di salute. Ecco perché è importante misurare la CO2.

I livelli di CO2 che disturbano il nostro benessere e l’efficienza

La CO2 non è solo pericolosa ad alte concentrazioni, ma riduce anche il nostro livello di produttività e influisce sulle nostre prestazioni decisionali a livelli che possono essere trovati oggi in quasi tutti gli uffici. La salute e la sicurezza riguardano effetti a breve e lungo termine.

È in corso un dibattito su come la CO2 influisca sulla nostra salute, ma sembra esserci un consenso sul fatto che livelli superiori a 2.000 ppm disturbano il nostro benessere e l’efficienza, i livelli superiori a 5.000 ppm sono pericolosi e 10.000 ppm sono pericolosi per la vita. Quanto valgono l’efficacia e le buone decisioni? Quanto puoi risparmiare con la soluzione di misurazione della CO2?

Risparmio energetico con la ventilazione controllata in base al livello di CO2

In un edificio commerciale, il numero di persone che lo occupano può variare notevolmente. Se è necessario riscaldare o raffreddare l’edificio, è possibile risparmiare una grande quantità di energia modificando il flusso d’aria in base alla richiesta.

La concentrazione di CO2 in una stanza varia a seconda del numero di persone in essa. Una stanza vuota ha generalmente una concentrazione di circa 400 ppm (normale concentrazione all’aperto). La concentrazione di CO2 nella stanza aumenterà quindi per ogni persona aggiunta.

Pertanto, un piccolo sistema di ventilazione controllata a richiesta può essere una buona idea. Questo sistema ha un sensore che misura il valore di CO2 e invia un segnale a un ventilatore o un dispositivo che poi cambia il livello di ventilazione richiesto nella stanza. Il sistema dispone anche di serrande variabili che vengono solitamente utilizzate per regolare il flusso d’aria attraverso il sensore.

  • Viene fornito completo di unità ventilante, base murale, tubo telescopico 300-570mm, scambiatore di calore con filtri, griglia esterna, telecomando e dima di montaggio
  • Telecomando ad infrarossi multifunzione, attivabile con pile AAA (non fornite). Provvisto di base murale con magnete di fissaggio
  • Struttura realizzata in ABS di alta qualità, RAL9010. Motore EC brushless a bassissimo consumo energetico e silenzioso. 5 velocità
  • IPX4 - 6/4, 5/3, 5/2, 5/2 W - 60/50/40/30/20 m3/h - 29/24/20/14/10 dB(A) - 220-240V 50/60Hz - t min -20°C T max +50°C
  • Marcatura CE - Certificato TÜV Rheinland

Questa applicazione consente di risparmiare un sacco di soldi sotto forma di risparmio energetico. I ventilatori delle stanze funzioneranno solo per il tempo necessario, in base al livello di CO2 nell’ambiente. Questo ridotto utilizzo di energia è anche un bene per l’ambiente ed è un modo ovvio per conservare le risorse della terra.

I test sugli edifici che utilizzano la ventilazione controllata dalla domanda mostrano che i costi energetici sono ridotti di circa il 30%. Questo può portare a un ritorno sull’investimento in circa 1 anno.

Monitoraggio dei dati e notifiche

La CO2 non può essere rilevata usando i tuoi sensi. Senza un monitor, non è possibile conoscere il livello effettivo di anidride carbonica nella stanza. Senza un dispositivo per monitorarlo, non puoi conoscere i livelli di CO2 mentre dormi. Tuttavia, con alcuni monitor, devi essere in grado di vedere la lettura per fare qualsiasi cosa sui livelli elevati di CO2 nella tua casa.

Questo è impossibile quando dormi. Un dispositivo di monitoraggio della CO2 che salva i tuoi dati e li collega a un’interfaccia facile da usare, come un’app, può fornire informazioni sui livelli di CO2 nella tua casa anche quando non puoi vedere direttamente il monitor. Quindi, armato di queste informazioni, puoi apportare modifiche per proteggerti da alti livelli di CO2.

Alcuni dispositivi ti consentono anche di impostare notifiche sull’app che ti avviseranno quando i tuoi livelli di CO2 raggiungono una particolare concentrazione. Questo è particolarmente importante per i genitori; potresti non essere a casa per visualizzare le letture o avere il tempo di controllarle sul telefono. Le notifiche ti impediranno di dimenticare la CO2 durante la tua giornata impegnativa e proteggeranno te e la tua famiglia dall’esposizione involontaria a livelli elevati.

È possibile stimare il tasso di ventilazione con un misuratore di CO2 portatile?

Il tasso di ventilazione può cambiare enormemente tra i diversi spazi e questi cambiamenti sono molto importanti. Usiamo unità di “ricambi d’aria per ora” (ACH, in unità di h-1) per esprimere questo tasso. Se una certa stanza ha una velocità di ventilazione con aria esterna di 1 h-1, significa che in 1 ora, il 63% dell’aria interna è stata sostituita da aria esterna. In 2 ore, è l’86% e in 3 ore il 95%. Se la velocità di ventilazione è 6 h-1, in 1 ora il 97% dell’aria viene sostituito dall’aria esterna.

Il tasso di ventilazione è molto importante per determinare ad es. per quanto tempo gli aerosol carichi di virus possono rimanere in un dato spazio. Tuttavia, determinare un tasso di ventilazione realistico per uno spazio può essere difficile. Anche per alcuni edifici commerciali che hanno supervisori e personale addetto alla manutenzione, le persone che cercano di utilizzare lo stimatore per quegli edifici ci dicono che tale personale non ha informazioni sui tassi di ventilazione appropriati e non sa come ottenere tali informazioni.

La CO2 è un utile tracciante, così come vari composti organici volatili. La CO2 ha un grande vantaggio in quanto gli esseri umani ne sono una fonte onnipresente e gratuita. Il problema è come farlo “a casa”. Gli analizzatori di CO2 di ricerca che ho usato per farlo possono costare diverse migliaia di euro. Ci sono molti altri monitor assai più economici che probabilmente possono fare la stessa cosa.

Come stimare il tasso di ventilazione con un misuratore di CO2

L’esperimento è semplice. Ma prendi appunti su ciò che hai fatto o, o è facile confondersi in seguito quando guardi i dati, poiché probabilmente proverai più cose, etc.

1) Lasciare il monitor CO2 all’esterno per almeno 5 minuti per registrare la concentrazione di fondo.

2) Rimanere nel luogo di interesse (con il monitor CO2 lì) per un po’, in modo che la CO2 si accumuli. Quindi lasciare rapidamente la stanza e lasciare che l’analizzatore registri la CO2 per diverse ore.

3) È meglio lasciare un ventilatore per tutto il tempo, per mescolare l’aria nello spazio. Ciò porta a un decadimento più regolare e rende i dati più facili da interpretare e non dovrebbe influire sulla velocità di ventilazione.

4) Guarda i dati attraverso l’App del monitor CO2 (puoi anche scaricarli su un computer e rappresentarli graficamente in Excel ecc., ma non è necessario).

5) Fai dei semplici calcoli per determinare la velocità di ventilazione. Se ad es. il picco di CO2 era di 1473 ppm quando la persona ha lasciato lo spazio, e la CO2 in eccesso sopra il livello di fondo era di 928 ppm. Dal tasso di decadimento misurato (40 ppm all’ ora), sarebbero occorse circa 23 ore per raggiungere il livello di fondo. Quindi la velocità di ventilazione è 1/23 = 0,04.

Misuratori di qualità dell’aria che misurano anche la CO2

L’anidride carbonica (CO2) non è l’unica sostanza nociva nell’aria. I PM, o particolato, sono piccoli pezzi di polvere che possono entrare nei polmoni, nel sangue e persino nel cervello. Sono molto pericolosi, ma possono essere monitorati con un monitor della qualità dell’aria. Allo stesso modo, l’umidità è essenziale per monitorare gli asmatici. L’umidità può esacerbare i sintomi dell’asma e può essere utilizzata per misurare il rischio di muffa nella tua casa.

Alcuni monitor di CO2 controllano esclusivamente la CO2. Tuttavia, alcuni monitor possono monitorare sia il particolato che l’umidità insieme alla CO2, fornendo a te e alla tua famiglia informazioni sulla qualità dell’aria nella tua casa. Puoi utilizzare queste informazioni per fare scelte migliori sull’aria della tua casa nel suo insieme, come ad esempio decidere quando è il momento di aprire una finestra.

Fattori da valutare nella scelta di un misuratore di CO2

Precisione

La precisione è la cosa più essenziale da considerare quando si acquista un monitor di CO2. Dopo tutto, vuoi che il dispositivo monitori la CO2. Se non lo fa correttamente, che senso ha averlo? Il tuo dispositivo dovrebbe garantire letture accurate con una risoluzione adeguata. La precisione, per chiarire, è quanto la lettura dello strumento è vicina al valore effettivo. Nel contesto del monitoraggio della CO2, un dispositivo accurato fornirà letture molto vicine alla quantità corretta di CO2 nell’aria con una piccola finestra di valori possibili.

Risoluzione

La risoluzione si riferisce alla vicinanza che il dispositivo può ottenere dalla misurazione. Ad esempio, se il tuo dispositivo può misurare e visualizzare letture fino a 10 ppm, la risoluzione sarà 10. Questo è importante perché può darti informazioni più specifiche sul contenuto di CO2 della tua aria. Se la risoluzione sul tuo dispositivo è solo 100, il dispositivo potrebbe arrotondare le letture per eccesso o per difetto di una quantità significativa.

Se il tuo dispositivo ha una scarsa precisione e risoluzione, potresti non conoscere veramente il livello reale di CO2. Ancora peggio, il dispositivo potrebbe darti un falso senso di sicurezza. Potresti essere influenzato dalla CO2 senza nemmeno saperlo e non sapresti prendere provvedimenti per abbassare i livelli di anidride carbonica nella tua casa. Investire in un monitor accurato con una risoluzione più elevata ti fornirà non solo informazioni di qualità sulla tua aria, ma anche la tranquillità di cui hai bisogno.

Sensibilità

Il punto principale quando si utilizza un rilevatore di gas portatile è ricordare che il dispositivo misura solo la concentrazione di gas locale rispetto alla sua posizione, con te. Se la stanza ha una fuga di gas, alcune aree avranno già una maggiore concentrazione di CO2. Ciò significa che potresti già essere a un livello tossico e potenzialmente fatale. Maggiore è la portata del rilevatore di gas che si tiene, più è insensibile a rilevare le fughe di gas. Ciò significa che ci vorrà più tempo per rispondere e avviare l’allarme.

È qui che un rilevatore di livello 0-5000 ppm più sensibile fornisce una protezione avanzata allarmando a un livello molto più basso. Ciò significa anche che non è necessario essere vicini alla fuga di gas ad alta concentrazione affinché il rilevatore di livello ppm possa allarmare. Ricorda che la CO2 è classificata come gas tossico; anche concentrazioni relativamente basse possono essere sufficienti per avere effetti tossici e / o narcotici, con esiti potenzialmente fatali.

Portabilità

La portabilità è una caratteristica essenziale per i monitor di CO2 e può distinguere alcuni monitor. Poiché il driver principale dei livelli di anidride carbonica indoor è l’espirazione da parte degli esseri umani, è necessario essere in grado di portare il monitor alle persone. Il tuo dispositivo deve essere in grado di andare dove si trova l’anidride carbonica.

Se stai organizzando una cena, un monitor nel tuo soggiorno non ti farà molto bene se lo ospiti nella sala da pranzo. Allo stesso modo, un monitor da cucina non ti dirà nulla su come i livelli di CO2 ti influenzano mentre dormi. Se si dispone di un monitor portatile, è possibile utilizzarlo dove è più necessario. Se sposti anche casa, puoi semplicemente portare con te il tuo monitor invece di acquistarne uno nuovo. Nel complesso, un monitor portatile è molto più utile per te e ti darà più soldi per il tuo denaro.